Pasta alla Norma

Un classico della cucina italiana ed in particolare di quella siciliana. Con qualche piccolo accorgimento riuscirete a creare un piatto che stupirà voi stessi per la sua bontà. Pronti allora per spazzolare il piatto?

Dosi per: 2 persone
Preparazione: 1h 30 min
Difficoltà: media

  1. Ingredienti:

  2. 160 gr pasta corta
  3. 1 melanzana violetta
  4. 5 pomodori costoluti
  5. 2 rametti basilico
  6. 2 spicchi d'aglio
  7. Qb ricotta salata di pecora
  8. Olio evo
  9. Olio di semi
  10. Qb sale

Preparazione:

  1. Iniziamo con la preparazione della melanzana: laviamola bene e sbucciamone una parte tenendo le bucce da utilizzare come guarnizione. La parte restante la tagliamo a cubetti di 1cm all'incirca. Mettiamola in uno scola pasta, saliamo e lasciamola a riposo per almeno 1 ora.

  2. Ci dedichiamo ora al sugo di pomodoro: laviamo i pomodori e li tagliamo grossolanamente. In una padella mettiamo 3 giri di olio evo, gli spicchi d'aglio sbucciati e facciamo dorare; a questo punto aggiungiamo gli steli e qualche foglia di basilico, lasciamo profumare ed aggiungiamo il pomodoro. Cuociamo a temperatura medio-bassa per circa 30mn. Trascorso il tempo togliamo l'aglio ed il basilico e passiamo al passa verdure ottenendo così la nostra passata.

  3. Rimettiamo in cottura la passata, aggiungiamo altro basilico e regoliamo di sale.

  4. Friggiamo le melanzane: asciughiamole con carta da cucina e mettiamo a riscaldare l'olio di semi. Quando avrà una temperatura di 180°C (la temperatura dell'olio è importantissima) immergiamo i tocchetti di melanzana un po' alla volta sino a quando risulteranno dorati; togliamo e mettiamo a sgocciolare su carta da cucina. Aggiungiamo un pizzico di sale e teniamo da parte. Stesso procedimento per le bucce.

  5. Aggiungiamo alla nostra passata un cucchiaio dell'olio utilizzato per la frittura delle melanzane e portiamo a bollore l'acqua per la pasta.

  6. Quando la pasta sarà a circa 3 min dalla cottura la scoliamo e la trasferiamo nella padella con il sugo. Terminiamo così la cottura saltandola a temperatura sostenuta.

  7. Andiamo ad impiattare la nostra norma aggiungendo la melanzana fritta, la buccia di melanzana fritta e qualche foglia di basilico a guarnizione. Chiudiamo con una bella spolverata di ricotta salata di pecora.

  8. Consigli:

  9. Lasciamo riposare la melanzana il tempo necessario per perdere l'acqua di vegetazione, in questo modo non risulterà amarognola.
  10. Assicuriamoci che l'olio di frittura della melanzana raggiunga la temperatura di 180°C, cosicché la melanzana non assorba olio.
  11. È proprio il caso di dire Buon Appetito perché questo piatto è buonissimo e profumatissimo!




    

Commenti